Contributo connesso a nuovi finanziamenti

La Regione Piemonte, ha approvato il Bando “Emergenza Covid – 19 Contributi a fondo perduto connessi a finanziamenti finalizzati a sostenere la liquidità delle MPMI e dei lavoratori autonomi piemontesi”.

L'apertura dello sportello per la presentazione delle domande è fissata alle ore 9 del 10 giugno 2020.

La Misura prevede l’erogazione di contributi a fondo perduto che consentano, ai soggetti beneficiari di finanziamenti di far fronte agli oneri connessi al credito ottenuto.

I beneficiari dovranno dimostrare un calo del fatturato, nel bimestre marzo/aprile 2020, pari o superiore al 30% rispetto allo stesso bimestre del 2019 (per le imprese o lavoratori autonomi attivi dal 1 gennaio 2019 non è necessaria la dimostrazione del calo di fatturato rispetto al bimestre marzo/aprile 2019).

I finanziamenti devono presentare le seguenti caratteristiche:

  • nuovi finanziamenti (concessi dal 17 marzo 2020 e fino al 31 dicembre 2020, con una durata fino a 72 mesi);
  • importo massimo pari a 150.000 euro;
  • connessi ad esigenze di liquidità e destinati a sostenere in particolare costi del personale, pagamento fornitori e capitale circolante.

L'agevolazione consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto nel limite del 5% del finanziamento concesso.

Le domande possono essere presentate fino alle ore 17.00 del giorno 29 gennaio 2021 salvo sicuro esaurimento anticipato delle risorse stanziate.

Cosa agevola il bando

La Misura "connesso a nuovi finanziamenti" supporta e rafforza la possibilità di accesso al credito da parte delle micro, piccole e medie imprese e dei lavoratori autonomi piemontesi, consentendo di fare fronte agli oneri che gli stessi sostengono per ottenere finanziamenti:

concessi da Banche e da altri intermediari finanziari a far data dal 17 marzo 2020 e fino al 31 dicembre 2020 a fronte di esigenze di liquidità connesse all’emergenza Covid-19.

I finanziamenti devono presentare le seguenti caratteristiche:

  • nuovi finanziamenti con una durata fino a 72 mesi;
  • importo massimo pari a 150.000 euro;
  • connessi ad esigenze di liquidità e destinati a sostenere in particolare costi del personale, pagamento fornitori e capitale circolante.

Tipologia ed entità delle agevolazioni

Il contributo connesso a nuovi finanziamenti è pari al 5% dell'importo del finanziamento ottenuto entro i seguenti importi massimi:

  • 2.500 euro a supporto di finanziamenti di importo inferiore a 50.000 euro;
  • 5.000 euro a supporto di finanziamenti di importo compreso tra 50.000 e 100.000 euro;
  • 7.500 euro a supporto di finanziamenti di importo superiore a 100.000 euro e fino a 150.000 euro

Infine, le risorse disponibili sono pari a 7.319.150,00 euro, di cui 3 milioni riservati ai lavoratori autonomi.

 

Condividi

Print Friendly, PDF & Email

CONTATTACI PER INFORMAZIONI