E’ ufficiale: iper ammortamento al 270% sino al 2020

Con il maxiemendamento alla Legge di Bilancio 2019 è arrivata la conferma ufficiale della proroga dell’iper ammortamento per gli investimenti in ambito Industria 4.0.

 

Sono tre le importanti e positive novità:

 

1) Prorogato sino al 2020:

Comma 33

“Al fine di favorire processi di trasformazione tecnologica e digitale secondo il modello « Industria 4.0 », le disposizioni dell’articolo 1, comma 9, della legge 11 dicembre 2016, n. 232, si applicano, nelle misure previste al comma 34 del presente articolo, anche agli investimenti in beni materiali strumentali nuovi, destinati a strutture produttive situate nel territorio dello Stato, effettuati entro il 31 dicembre 2019, ovvero entro il 31 dicembre 2020 a condizione che entro la data del 31 dicembre 2019 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20 per cento del costo di acquisizione”.

 

2) Elevato al 270%:

Comma 34

"La maggiorazione del costo di acquisizione degli investimenti si applica nella misura del 170 per cento per gli investimenti fino a 2,5 milioni di euro; nella misura del 100 per cento per gli investimenti oltre 2,5 milioni di euro e fino a 1O milioni di euro e nella misura del 50 per cento per gli investimenti oltre 10 milioni di euro e fino a 20 milioni di euro. La maggiorazione del costo non si applica sulla parte di investimenti complessivi eccedente il limite di 20 milioni di euro. La maggiorazione non si applica agli investimenti che beneficiano delle disposizioni di cui all’articolo 1, comma 30, della legge 27 dicembre 2017, n. 205"

 

3) Esteso al software

Comma 35

“Per i soggetti che beneficiano della maggiorazione di cui al comma 33 e che, nel periodo indicato al medesimo comma 33, effettuano investimenti in beni immateriali strumentali compresi nell’elenco di cui all’allegato B annesso alla legge 11 dicembre 2016, n. 232, come integrato dall’articolo 1, comma 32, della legge 27 dicembre 2017, n. 205, il costo di acquisizione è maggiorato del 40 per cento”

 

 

L’iper ammortamento per i beni strumentali passa così dal precedente 250% al 270%.

Vengono però penalizzati i grandi investimenti, poiché oltre i 2,5 milioni di euro l’iper ammortamento sarà “solo” del 200%, per poi scendere al 150% nella fascia compresa tra 2,5 e 10 milioni.

Ancora minore, infine, oltre i 10 milioni, sarà “solo” del 150%.

Mentre sarà annullato per importi superiori a 20 milioni.

 

Inoltre, per le aziende che hanno installato nuove macchine e impianti conformi al Piano Industria 4.0, è confermato l'iper ammortamento anche per i nuovi software per la produzione.

In questo caso, infatti, l’iper ammortamento è fissato al 140%.

 

 

Restiamo a disposizione per valutare l'ammissibilità dei Vostri investimenti e predisporre la perizia giurata che attesta la conformità dei beni alle disposizioni di Industria 4.0.

 

Nella sezione Agevolazioni potete trovare la pagina dedicata all'iper ammortamento.

Pubblicazione

Gennaio 25, 2019

Condividi

CONTATTACI PER INFORMAZIONI