Logo Regione Piemonte

Contratto di Insediamento Grandi Imprese

Contratto di Insediamento Grandi Imprese

Finalità

La Misura contratto di insediamento favorisce i nuovi insediamenti o espansioni di stabilimenti produttivi, centri di ricerca e centri servizi da parte di imprese a controllo estero, che generino nuova occupazione qualificata.

 

Beneficiari

Grandi imprese a controllo estero che intendono investire in Piemonte generando una significativa ricaduta occupazionale, anche in collaborazione con organismi di ricerca e/o PMI.

Le Grandi Imprese possono essere finanziate per gli investimenti iniziali, a termini di normativa comunitaria, solo nelle aree cd. 107.3.c.

Iniziative ammissibili

L’insediamento o l'ampliamento di un centro di ricerca o un centro di servizi alla produzione o uno stabilimento produttivo, che comporti una ricaduta occupazionale, prevalentemente qualificata, di almeno 15 nuovi addetti.

Spese ammissibili

A. PROGETTI DI RICERCA E SVILUPPO

Costi per la realizzazione di un progetto di sviluppo sperimentale e/o ricerca industriale, da realizzare entro 36 mesi dalla data di sottoscrizione del contratto e per un importo minimo di spese ammissibili pari a € 2.000.000, riferiti a:

costi del personale (ricercatori, tecnici e altro personale ausiliario) nella misura in cui essi siano impiegati nel progetto o attività interessati;

il valore dei macchinari, delle strumentazioni e delle attrezzature (nella misura e per il periodo in cui sono utilizzate per il progetto) in proporzione al loro costo di noleggio, locazione, o ammortamento (calcolato secondo i principi della prassi fiscale), nella misura massima del 10% dei costi del personale e nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per il progetto;

i costi della ricerca contrattuale, delle competenze tecniche e dei brevetti, acquisiti o ottenuti in licenza da fonti esterne a prezzi di mercato, utilizzati esclusivamente ai fini dell'attività di ricerca, nella misura massima del 10% dei costi del personale;

costi per materiali di consumo e forniture di prodotti analoghi direttamente imputabili alla realizzazione dei prototipi e/o impianti pilota, inclusi componenti, e loro lavorazioni, nella misura massima del 10% dei costi del personale.

 

Nel caso in cui il progetto di ricerca e sviluppo coinvolga un Organismo di Ricerca o una Piccola o media Impresa, questi soggetti possono accedere al sostegno della Misura, per la parte di spese necessarie alla realizzazione delle attività a loro assegnate, all’interno del progetto.

Costi ammissibili per la PMI, per un importo minimo pari al 30% delle spese del progetto complessivo:

costi del personale (ricercatori, tecnici e altro personale ausiliario) nella misura in cui essi siano impiegati nel progetto o attività interessati;

il valore dei macchinari, delle strumentazioni e delle attrezzature dedicate alla ricerca nella misura massima del 15% dei costi complessivi sostenuti dalla PMI e nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per il progetto;

i costi della ricerca contrattuale, delle competenze tecniche e dei brevetti, nella misura massima del 15% dei costi complessivi sostenuti dalla PMI;

costi per materiali di consumo e forniture di prodotti analoghi direttamente imputabili alla realizzazione dei prototipi e/o impianti pilota, inclusi componenti, e loro lavorazioni, nella misura massima 15% dei costi complessivi sostenuti dalla PMI.

B. INVESTIMENTI INIZIALI A FAVORE DI UNA NUOVA ATTIVITA' ECONOMICA (SOLO AREE IN DEROGA ART. 107.3.c.)

Le spese ammissibili per investimenti iniziali, da realizzare entro 36 mesi dalla data di sottoscrizione del contratto per un importo minimo pari a € 2.000.000 e massimo pari a € 50.000.000, sono relative a:

acquisto di immobili già esistenti nel limite massimo del 20% del progetto ammesso, o di aree già previste in strumenti urbanistici con destinazione produttiva, nel limite massimo del 10% dell’importo complessivo del progetto ammesso;

opere murarie e assimilate finalizzate alla ristrutturazione dell'immobile acquistato, nel limite massimo del 30% dell'importo complessivo del progetto, o per la costruzione del nuovo immobile in area già prevista in strumenti urbanistici con destinazione industriale, nel limite massimo del 15% del progetto ammesso;

macchinari, impianti generici e specifici, attrezzature destinati al progetto ammesso;

software e programmi informatici specifici e dedicati alla attività produttiva, nel limite massimo del 10% dei costi complessivi del progetto ammesso.

Sono sempre escluse dalle spese ammissibili, le spese per acquisto di suolo e opere murarie per la realizzazione di immobili non inseriti negli strumenti urbanistici con destinazione produttiva (consumo di suolo non già edificato/edificabile).

Tutte le spese per investimenti iniziali possono essere sostenute tramite acquisto diretto o locazione finanziaria con l'obbligo per il beneficiario degli aiuti di acquisire l'attivo alla sua scadenza.

Natura dell'agevolazione

L’agevolazione contratto di insediamento è concessa nella forma di contributo a fondo perduto dal 25 al 60%.

 

E3 S.r.l. offre alle aziende clienti un servizio completo in grado di utilizzare le varie opportunità che le agevolazioni pubbliche offrono:

• analisi dell'investimento e valutazione di ammissibilità;

• predisposizione della domanda e di tutti i suoi allegati;

• interfaccia con il sistema creditizio;

• redazione perizie asseverate;

• gestione della domanda lungo il suo intero iter di vita;

• rendicontazione finale della domanda.

Condividi

CONTATTACI PER INFORMAZIONI

Logo Regione Piemonte

Finanziamento agevolato per i nuovi lavoratori autonomi

Sostegno al lavoro autonomo.

Beneficiari

I lavoratori autonomi si devono identificare con i seguenti soggetti:

a) soggetti inoccupati e disoccupati in cerca di occupazione;

b) soggetti sottoposti a misure restrittive della libertà personale;

c) soggetti occupati con contratti di lavoro che prevedono prestazioni discontinue, con orario e reddito ridotto;

d) soggetti occupati a rischio di disoccupazione;

e) soggetti che intendono intraprendere un’attività di auto impiego.

I lavoratori autonomi devono essere residenti o domiciliati in Piemonte alla data di presentazione della domanda.

 

Agevolazione

Finanziamento a tasso agevolato pari al 100% della spesa ammissibile, di cui 50% della spesa con fondi regionali e 50% con fondi bancari. Tetto minimo di finanziamento euro 5.000 tetto massimo di finanziamento euro 60.000.

Vengono considerati prioritari gli interventi a sostegno degli investimenti di domande presentate da lavoratori autonomi donne.

Il riconoscimento dell’ambito prioritario consente di innalzare al 60% del totale la quota di finanziamento regionale a tasso zero (per le domande non prioritarie tale quota è del 50%).

Si può richiedere anche una garanzia a copertura dell’80% della quota di finanziamento erogata con fondi bancari; la garanzia è a costo zero ed il Fondo opera come garanzia sostitutiva. Il limite di intervento è pari a euro 24.000 per i lavoratori autonomi.

Il finanziamento deve essere rimborsato, a rate trimestrali posticipate con scadenza ultimo giorno del trimestre solare (marzo, giugno, settembre e dicembre), alla banca prescelta, nel termine massimo di 48 mesi. Non è previsto il preammortamento.

 

Le domande devono essere presentate entro 24 mesi dall’attribuzione ai nuovi lavoratori autonomi della Partita IVA.

 

E3 S.r.l. offre ai clienti un servizio completo in grado di utilizzare le varie opportunità che le agevolazioni pubbliche offrono:

• analisi dell'investimento e valutazione di ammissibilità;

• predisposizione della domanda e di tutti i suoi allegati;

• interfaccia con il sistema creditizio;

• redazione perizie asseverate;

• gestione della domanda lungo il suo intero iter di vita;

• rendicontazione finale della domanda.

 

 

Condividi

CONTATTACI PER INFORMAZIONI

Logo Regione Piemonte

Finanziamento agevolato per la creazione d’impresa

Finanziamento agevolato per la creazione d’impresa

Le domande devono essere presentate entro 24 mesi dalla data di costituzione della nuova impresa.

L'agevolazione consiste nella concessione di un finanziamento agevolato con il concorso bancario per investimenti, realizzazione impianti e adeguamento locali, spese per la realizzazione del logo e del sito. Garanzia accessoria al finanziamento.

Beneficiari

Imprese individuali, società di persone, società di capitali e società a responsabilità limitata semplificata (con sede legale, amministrativa ed una sede operativa in Piemonte).

Le imprese richiedenti devono essere a conduzione o a prevalente partecipazione da parte dei seguenti soggetti:

a) soggetti inoccupati e disoccupati in cerca di occupazione

b) soggetti sottoposti a misure restrittive della libertà personale;

c) soggetti occupati con contratti di lavoro che prevedono prestazioni discontinue, con orario e reddito ridotto;

d) soggetti occupati a rischio di disoccupazione;

e) soggetti che intendono intraprendere un’attività di auto impiego.

I soggetti di categoria devono essere residenti o domiciliati in Piemonte alla data di presentazione della domanda.

Agevolazione

Finanziamento a tasso agevolato pari al 100% della spesa ammissibile, di cui 50% della spesa con fondi regionali e 50% con fondi bancari. Tetto minimo di finanziamento Euro 10.000,00 tetto massimo di finanziamento Euro 120.000,00.

Vengono considerati prioritari gli interventi a sostegno degli investimenti di domande presentate da beneficiari a conduzione o a prevalente partecipazione femminile.

Il riconoscimento dell’ambito prioritario consente di innalzare al 60% del totale la quota di finanziamento regionale a tasso zero (per le domande non prioritarie tale quota è del 50%).

Si può richiedere anche una garanzia a copertura dell’80% della quota di finanziamento erogata con fondi bancari; la garanzia è a costo zero ed il Fondo opera come garanzia sostitutiva. Il limite di intervento è pari ad Euro 48.000,00.

 

Il finanziamento deve essere rimborsato, a rate trimestrali posticipate con scadenza ultimo giorno del trimestre solare nel termine massimo di 72 mesi. .

Tra le spese ammissibili:

• Investimenti

• Realizzazione di impianti

• Adeguamento locali

• Spese per la realizzazione del logo e del sito internet

I beneficiari comprendono Imprese individuali, società di persone, società di capitali e società a responsabilità limitata semplificata (con sede legale, amministrativa ed  una sede operativa in Piemonte).

Le imprese richiedenti devono essere a conduzione o a prevalente partecipazione   da parte dei seguenti soggetti:

a) soggetti inoccupati e disoccupati in cerca di occupazione; 

b) soggetti sottoposti a misure restrittive della libertà personale; 

c) soggetti occupati con contratti di lavoro che prevedono prestazioni discontinue, con orario e reddito ridotto; 

d) soggetti occupati a rischio di disoccupazione;

e) soggetti che intendono intraprendere un’attività di auto impiego.

I soggetti di categoria devono essere residenti o domiciliati in Piemonte alla data di presentazione della domanda.

 

E3 S.r.l. offre alle aziende clienti un servizio completo in grado di utilizzare le varie opportunità che le agevolazioni pubbliche offrono:

• analisi dell'investimento e valutazione di ammissibilità;

• predisposizione della domanda e di tutti i suoi allegati;

• interfaccia con il sistema creditizio;

• redazione perizie asseverate;

• gestione della domanda lungo il suo intero iter di vita;

• rendicontazione finale della domanda.

Condividi

CONTATTACI PER INFORMAZIONI

patto

Fondo di garanzia Patto per il Biellese

Fondo di garanzia Patto per il Biellese

La misura è finalizzata a favorire l’accesso al credito a PMI operanti nella provincia di Biella.

Beneficiari

PMI iscritte al Registro imprese, economicamente e finanziariamente sane e con merito di garanzia, che effettuino investimenti nel territorio biellese.

I soggetti beneficiari finali devono:

essere iscritti nel Registro delle Imprese, istituito presso la Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura competente per territorio;

essere valutati economicamente e finanziariamente sani dal Confidi proponente e dalla Banca

abbiano merito di garanzia in base alla normale policy di credito dei Garanti e delle Banche;

non siano oggetto di protesti e/o di iscrizioni e/o trascrizioni pregiudizievoli, con esclusione di quelle volontariamente concesse

non abbiano patito nell’ultimo anno la revoca per inadempimento di finanziamenti e/o affidamenti bancari.

Iniziative ammissibili

Nuova imprenditoria

Iniziative a favore del turismo sostenibile

Occupazione e qualificazione professionale

Ambiente e società

Innovazione di prodotto

Immagine

Capitalizzazione aziendale

Saranno comunque ammessi alla controgaranzia solo finanziamenti relativi ad operazioni pertinenti con le linee di sviluppo individuate dal Patto per il Biellese.

Le imprese beneficiarie sono comunque tenute al completamento del programma di investimento a rendicontare al Comitato di gestione l’effettiva realizzazione mediante presentazione di dichiarazione sostitutiva di atto notorio attestante la conformità delle opere realizzate a quanto indicato nel progetto finanziato e comprensiva di relazione sintetica sulle modalità e sui tempi di realizzazione degli interventi.

La Controgaranzia è cumulabile, sul medesimo investimento, con altri regimi di aiuto, nel limite dell’intensità agevolativa massima fissata dalla Unione Europea.

Natura dell’agevolazione

Controgaranzia fino al 90% della garanzia emessa dal confidi

- Copertura massima delle operazioni - La Controgaranzia può essere concessa in misura non superiore al 90% della garanzia emessa dai soggetti richiedenti per ciascuna operazione.

- Copertura massima della perdita - Nei limiti della copertura massima delle operazioni, la Controgaranzia copre fino al 90% della somma versata a titolo definitivo dai soggetti richiedenti ai soggetti finanziatori.

- Copertura massima della garanzia dei soggetti richiedenti - La Controgaranzia può essere accordata a condizione che i soggetti richiedenti abbiano garantito una quota non superiore al 80% dell'ammontare di ciascuna operazione. 

 

E3 S.r.l. offre alle aziende clienti un servizio completo in grado di utilizzare le varie opportunità che le agevolazioni pubbliche offrono:

• analisi dell'investimento e valutazione di ammissibilità;

• predisposizione della domanda e di tutti i suoi allegati;

• interfaccia con il sistema creditizio;

• redazione perizie asseverate;

• gestione della domanda lungo il suo intero iter di vita;

• rendicontazione finale della domanda.

Condividi

CONTATTACI PER INFORMAZIONI

logofooter

Partita IVA e C. F. 02075740023

Registro imprese di Biella 02075740023

Capitale sociale Eur 10.000,00 i.v.

PEC infoe3srl@pec.it

Copyright 2002-2020 © E3 S.r.l. All Rights Reserved

FEASR

Certificazioni e Qualificazioni

Ministero dello Sviluppo Economico

Società di Temporary Export Manager

(Codice Identificativo TEM_00000153)

Italcert S.r.l.

Regione Piemonte

Operatore della formazione accreditato

Codice operatore D19706

Soggetto formatore inserito nell’elenco degli abilitati dalla Regione Piemonte ad erogare diversi corsi di formazione in materia di di salute e sicurezza sul lavoro

Codice operatore A578/2018

Contatti

0157655311

info@e3srl.it

Via G. Pascoli, 5 13867 Pray (BI)

www.e3srl.it

E3-srl

Facebook

Linkedin

×

Buongiorno!

Clicca sull'icona sotto per iniziare a chattare su WhatsApp

× Come possiamo aiutarti?