Contributo fiere

a cui si aggiunge un finanziamento agevolato per la partecipazione a fiere

L’intervento è finalizzato a sostenere la partecipazione a un singolo evento di carattere internazionale, anche virtuale tra: fiera, mostra, missione imprenditoriale e missione di sistema, per promuovere l’attività d’impresa sui mercati esteri o in Italia.

Il contributo è concesso in regime di "Temporary Framework".

Cosa agevola il contributo fiere

La partecipazione a fiere e mostre.

Sono altresì finanziabili le missioni di sistema intese come missioni promosse da MISE e MAECI, in collaborazione con la Cabina di Regia, organizzate da ICE - Agenzia, Confindustria e altre istituzioni e associazioni di categoria.

Il Decreto “Rilancio” ha introdotto la possibilità di presentare domande anche per progetti all’interno della UE. E ha previsto la finanziabilità anche delle fiere di carattere internazionale che si svolgono in Italia (riconosciute dall’AEFI), nonché degli eventi virtuali.

L’impresa può presentare una sola domanda che deve riguardare una singola iniziativa.

La domanda deve essere presentata prima della data prevista per l’inizio della fiera/mostra.

Chi sono i beneficiari

Il soggetto richiedente deve essere una PMI secondo la normativa comunitaria con sede legale in Italia (anche “Rete Soggetto”) che abbia depositato presso il registro imprese almeno un bilancio relativo a un esercizio completo.

Quali sono le spese ammesse

Le spese ammissibili al contributo fiere sono:

a) Spese digitali connesse alla partecipazione alla fiera/mostra che dovranno rappresentare almeno il 30% delle spese ammissibili finanziate:
  • fee di iscrizione alla manifestazione virtuale, compresi i costi per l’elaborazione del contenuto virtuale (es. stand virtuali, presentazione dell’azienda, cataloghi virtuali, eventi live streaming, webinar)
  • integrazione e sviluppo digitale di piattaforme CRM;
  • web design (es. landing page, pagina dedicate all’evento) e integrazione/innovazione di contenuti/funzionalità digitali anche su piattaforme già esistenti;
  • spese consulenziali in ambito digitale (es. digital manager, social media manager, digital marketing manager);
  • digital marketing (es. banner video, banner sul sito ufficiale della fiera/mostra, newsletter, social network);
  • servizi di traduzione ed interpretariato online;
Altre spese che dovranno rappresentare non più del 70% delle spese ammissibili finanziate:

a) Spese per area espositiva

  • affitto area espositiva, compresi eventuali costi di iscrizione, oneri e diritti fissi obbligatori; allestimento dell’area espositiva (es. pedana, muri perimetrali, soffitto, tetto o copertura, ripostiglio);
  • arredamento dell’area espositiva (es. reception desk, tavoli, sedie, vetrine espositive, cubi espositivi, porta brochure);
  • attrezzature, supporto audio/video (es monitor, tv screen, proiettori e supporti informatici, videocamere);
b) Spese logistiche
  • trasporto a destinazione di materiale e prodotti esposti, compreso il trasporto di campionario;
  • movimentazione dei macchinari/prodotti.
c) Spese promozionali
  • partecipazione/organizzazione di business meeting, workshop, B2B, B2C;
  • pubblicità, cartellonistica e grafica per i mezzi di stampa (es. pubblicità nel catalogo ufficiale, magazine e quotidiani informativi della fiera o della mostra, a supporto dell’iniziativa, stampa specializzata, omaggistica);
  • realizzazione banner (es. poster e cartellonistica negli spazi esterni e limitrofi al centro fieristico);
  • spese di certificazione dei prodotti.
d) Spese per consulenze connesse alla partecipazione alla fiera/mostra
  • consulenze esterne (es. designer/architetti, innovazione prodotti, servizi fotografici/video).

Nel caso in cui l’evento internazionale riguardi tematiche ecologiche o digitali, il vincolo del 30% minimo di cui sopra non si applica.

Le spese sono ammesse dalla data di invio della domanda.

Le spese sono ammissibili se direttamente collegate all'evento e sostenute nel periodo di realizzazione del programma, che decorre dalla data di presentazione della domanda stessa e termina 12 mesi dopo la data di concessione.

Contributo fiere a fondo perduto

L'impresa può richiedere il 25% di contributo a fondo perduto.

Finanziamento agevolato

L'importo massimo del finanziamento è pari al minore tra euro 150.000,00 e il 15% dei ricavi risultanti dall’ultimo bilancio approvato e depositato del richiedente.

L’esposizione complessiva del Richiedente verso il Fondo non potrà essere superiore al 50% dei ricavi medi degli ultimi due bilanci.

La prima erogazione a titolo di anticipo, di importo pari al 50% del finanziamento deliberato, è effettuata entro 30 giorni dalla data di perfezionamento.

La seconda erogazione a saldo dell’importo rendicontato è effettuata dopo la rendicontazione delle spese sostenute.

Rimborso

La durata complessiva è di 4 anni di cui 12 mesi di preammortamento e 3 di rimborso del capitale.

Sul finanziamento è applicato un tasso di interesse fisso per tutta la durata del finanziamento e pari al 10% del tasso di riferimento di cui alla normativa comunitaria.

Non è richiesta la presentazione di garanzie fino al 31/12/2021.

Cosa possiamo fare

Valutare l'ammissibilità dei tuoi investimenti 20%

Predisporre e inviare le domande 35%

Gestire le domande 75%

Effettuare la rendicontazione 100%

Quanto manca all'apertura